Medicine

Titolo: “Medicine”
Autore: Gianfranco Foresta
Data di rilascio: 21/05/2014

Roger, roger,
ci stiamo dirigendo alla stazione militare;
dobbiamo rientrare, dobbiamo rientrare!

C’è una suora che mi cura con cianuro, pane e vino
mentre guardo alla finestra banchi di gas nervino,

questa storia di clausura che censura a bocca dura,
la mia mole serpeggiante fra le orecchie della gente.
ma mi dite cosa vuole questa gente per lasciare
che il mio modo di cantare possa finalmente entrare?
mi devo arrabbiare? beh, vedo nella testa di chi si è accorto che

Il mondo è pieno di medicine, di medicine made in China

Vedo tollerare, i ladri e i mendicanti,
vedo tollerare spacciatori e furfanti di ogni specie,

specie quando muoiono di fame; eh! muoiono di fame;
ma perché li tollerate quando fanno cincin
mentre perdono stipendi nelle slot machine?

Ah già perché è il loro modo di pagare le tasse.

Posso continuare? eh, eh? oh ma che cazzo dici, cosa vuoi?

Sento una sirena giusto sopra la mia schiena come fossi
l’ambulanza in cui trapassa la coscienza e
mentre vado in ospedale mi cambiano canale
e al monitor appare assenza di segnale;
è un presagio astrale o un monito banale
del pericolo incombente sulla strada comunale?

e mentre do alla mia coscienza l’estrema unzione
alzo gli occhi sul cartello di una manifestazione e leggo

Il mondo è pieno di medicine, di medicine made in China

Ho sentito dire a un tipo che le zanzare tigre
sono delle nanomacchine cyborg aliene

usate per trovare il sangue giusto che contiene
il genoma originale perso per ibridazione.

Un altro tipo invece mi parla dei pianeti;
è convinto che in principio ogni specie aveva il suo
e che dopo aver spedito ogni specie in un pianeta
tutti quanti i pianeti hanno le stesse nostre speci;

e allora se conti le specie potresti capire quanti pianeti abitati
esistono nell’universo, no?

mi guarda strizza gli occhi poi mi dice devo andare
e si mette per la strada a gridare e gridare che

Il mondo è pieno di medicine, di medicine made in China

Voglio capire perché
vedo banche cinesi nascere come dei funghi, dei funghi;
voglio capire perché.

Voglio capire perché
l’ecosistema mi pone sopra le bestie ma sotto un mio clone;
voglio capire perché.

Voglio capire perché
tengo in ostaggio la mia liberazione;
voglio capire perché

Il mondo è pieno di medicine, di medicine made in China

Roger, roger.

Scrolla all'inizio
X