"Tra le corde dell'altalena"

Alalunga Project porta in scena "Tra le corde dell'altalena", un tributo a Fabrizio De André.

Questo tributo cerca di coprire tutto il repertorio del cantautore genovese, esibendo i brani di maggior rilievo con lo scopo di onorare le parole e la musica di Faber.

Gianfranco Foresta porta sulla scena il suo omaggio, in cui sia la canzone al centro del palco, convinto che le parole parlino da sole. L'attuale ensemble prevede una configurazione a quartetto, gli Alalunga Project con Valeria Crincoli al violino, Marcello Motta alle chitarre e armonica e Niko Di Muro alle percussioni.

Il nome "Alalunga Project" deriva dal termine Alalunga, Thunnus Alalunga, pesce che fa parte della famiglia dei tonni ed è citato nel brano "Le acciughe fanno il pallone" contenuto in Anime Salve, ultimo lavoro discografico di De André.

Cenni storici

Dalla sua prima apparizione, nel 2008, questo progetto musicale si è evoluto e si sta continuamente evolvendo, portato nei tributi più importanti dedicati al cantautore genovese: fra cui "Mille anni al mondo e mille ancora", il tributo estivo di Legnano (prima a Castellanza) o a "Dai diamanti non nasce niente", manifestazione teatrale allo Spazio Gloria di Como.

Senza dimenticare le esperienze nei locali più intimi, nei circoli, luoghi molto adatti per ascoltare le calde note delle canzoni di Fabrizio De André, di cui si pregna questo tributo.

Il repertorio comprende dai 20 ai 25 pezzi a seconda del contesto e spazia dai pezzi più conosciuti come "La canzone di Marinella", "La canzone dell'amore perduto" o "Un giudice" a pezzi più ricercati come "Nancy", "Tre madri" o "La collina". Tra gli altri: "Fiume Sand Creek" di cui sopra un demo, "Il bombarolo", "Nella mia ora di libertà", "Hotel Supramonte", "Amore che vieni amore che vai" e tanti altri...

HAI UN LOCALE?

Sei un gestore di locali? Hai un circolo Arci e vuoi tributare De André? Contattaci. Oppure chiama il numero +39 328 5705991

VUOI SUONARE CON NOI?

Lo spettacolo vuole continuamente arricchirsi per cui se ti piace De André e vuoi poter collaborare al progetto, non c'è problema, Scrivi a Gianfranco.

Scrolla all'inizio
X